Tools
Search
Register Login

Attenti, stiamo precipitando tutti nel baratro. Cosa fare subito...

Siamo sull'orlo del baratro e corriamo per caderci dentro. La fiducia, concessa al Senato, posta dal governo sul vergognoso testo riguardante il cosiddetto "processo lungo", che farà cadere in prescrizione i processi dell'imputato Silvio Berlusconi, avrà altri effetti devastanti non solo sulla giustizia, ma sulla tenuta complessiva della nostra democrazia e sulla credibilità internazionale del nostro sistema Paese. Gli effetti sui mercati e sull'economia saranno

catastrofici e sempre di più ci avvicineremo alla Grecia.  Diventa probabile, e non più soltanto possibile, fare la stessa fine.  Le vicenda poco limpida che ha coinvolto direttamente il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, all'interno dell' inquietante inchiesta giudiziaria, una nuova tangentopoli, che ruota attorno al suo ex collaboratore e parlamentare, Marco Milanese, peggiora, e non di poco, il quadro, e l'incredibile nomina a Guardasigilli di Francesco Nitto Palma, un altro berlusconiano impegnato da sempre sul fronte delle leggi ad personam, ci rende ancora più vulnerabili agli attacchi speculativi dei mercati finanziari. Metteteci pure un altro ministro, Saverio Romano, imputato per reati di mafia per ritrovarci dentro una questione morale impressionante. L'irresponsabilità, ai limiti del delirio, dell'attuale maggioranza, con i parlamentari che la compongono in cambio di prebende di vario genere, ci sta conducendo alla rovina. Il documento delle scorse ore, drammaticamente tardivo, ma senza precedenti, a firme congiunte di industriali, banche e sindacati, allarmato ed allarmante, con cui si avverte che o si cambia o si affonda, dà la misura del livello altissimo di gravità della situazione economica e finanziaria in cui siamo giunti per gli effetti di una politica debole, corrotta, senza valori e dedita al salvataggio del sovrano asserragliato nei suoi palazzi circondato da cortigiane, pagliacci e lestofanti. Ciliegina sulla torta l'arroganza di Bossi nei confronti del Capo dello Stato che aveva espresso rilievo di incostituzionalità sul trasferimento dei ministeri al nord. Occorre fare presto e le parole, anche queste senza precedenti, di Napolitano che occorre “una svolta per sopravvivere”, sono un segnale da cogliere al volo anche da parte del giovane Angelino Alfano, se vuole un futuro per sé e per il suo partito che vada oltre Berlusconi. Io credo che sia urgente un'azione congiunta di Napolitano e dei cosiddetti “poteri forti”, cioè gli autori del manifesto di cui ho fatto cenno all'inizio, e che la Chiesa italiana, non il Vaticano, faccia sentire, per una volta come parte di una comunità in pericolo e non per ingerenza, il suo non indifferente peso. In particolare gli industriali e i banchieri devono dare il messaggio chiaro ai parlamentari, con ogni mezzo, che la festa è finita. Nello stesso tempo Napolitano,  l'unica autorità morale e politica rimasta, con il dovuto rispetto, potrebbe, o forse ormai dovrebbe, svolgere un'azione persuasiva nei confronti di Berlusconi perchè si faccia da parte per formare una nuova maggioranza, con il contributo degli esponenti più responsabili e presentabili della Lega, per un governo transitorio autorevole, rassicurante per i mercati, e così avviarci verso lo scioglimento delle Camere. Non è vero che in questo momento il ricorso alle urne danneggerebbe il Paese, al contrario, è il protrarsi della situazione attuale che ci distruggerà.

Lasciaun commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Elezioni comunali a Palermo. Una sintesi…

E' giusto per chi vuole conoscerla, essendo candidato alle prossime elezioni comunali a Palermo nella lista "Movimento 139, a sostegno di Leoluca Orlando, che io offra una sintesi della mia...

Russo Pippo Be the first to comment! 18 Mar 2017 Hits:1382 Blog

Read more

In Sicilia al voto in primavera? Non ci …

Non ci credo alla fine anticipata della legislatura siciliana, seppure voluta e auspicata da Matteo Renzi in persona. Il presidente della Regione Rosario Crocetta è stato ripetutamente sfiduciato, in particolare...

Russo Pippo Be the first to comment! 12 Lug 2015 Hits:5115 Blog

Read more

Governo regionale, per il bene della Sic…

C'è un solo modo per il Pd siciliano, al punto in cui si è giunti, di uscire dalle sabbie mobili nelle quali sta per sprofondare insieme, cosa ben più grave,...

Russo Pippo Be the first to comment! 29 Giu 2015 Hits:5013 Blog

Read more