Tools
Search
Register Login

In Sicilia al voto in primavera? Non ci credo!

Domenica 12 Luglio 2015 11:03 Pubblicato in Blog
Non ci credo alla fine anticipata della legislatura siciliana, seppure voluta e auspicata da Matteo Renzi in persona. Il presidente della Regione Rosario Crocetta è stato ripetutamente sfiduciato, in particolare nella recente direzione regionale del suo partito, il PD, pertanto, resterà in carica fino alla scadenza della legislatura. Una contraddizione? Si, altrove, non in Sicilia.
C'è un solo modo per il Pd siciliano, al punto in cui si è giunti, di uscire dalle sabbie mobili nelle quali sta per sprofondare insieme, cosa ben più grave, alla Sicilia intera: finirla con gli inutili vertici di maggioranza e presentare subito una mozione di sfiducia nei confronti del presidente della Regione. Si ponga termine a questa disastrosa legislatura.

Mentre rinnoviamo gli auguri più affettuosi al nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, non possiamo distogliere lo sguardo preoccupato dalle vicende siciliane, lui ci comprenderà. La drammatica condizione economica e sociale in cui versa la Sicilia, con le immense responsabilità politiche a monte di essa, l’abbiamo analizzata ampiamente, inutile attardarsi in altri commenti.

Un Papa che scomunica i mafiosi, che non si sente in diritto di giudicare i gay, che non si arrocca sulle certezze dogmatiche, che rifiuta i simboli esterni del potere petrino, che non disdegna di sedersi in fondo ad una cappella, uno qualunque vestito di bianco. Papa Francesco vuole davvero spalancare porte e finestre della Chiesa affinché il soffio dello Spirito Santo possa essere accolto con semplicità ma anche con coraggio e fiducia. Indietro non si torna.

L'impellente bisogno di buona politica...

Martedì 22 Luglio 2014 05:55 Pubblicato in Blog

Oggi, al di là di ciò che appare, vedi il forte astensionismo o il delirio populista nei momenti del voto, c'è un'impellente esigenza di buona politica. L'ha dimostrato il risultato elettorale delle scorse europee, anche in Sicilia. La buona politica, però, è fatica, è condivisione, è umiltà, è camminare sulle medesime strade polverose su cui cammina la tua comunità, è perseguire unicamente l'interesse generale.

Renzi, uno su mille ce la fa...

Mercoledì 25 Giugno 2014 09:26 Pubblicato in Blog

I sondaggi continuano a dare Matteo Renzi in crescita nel gradimento degli italiani. Avevo colto, già in epoca non sospetta, la novità della politica italiana rappresentata da Renzi.

Europee. Le ragioni di una vittoria

Mercoledì 28 Maggio 2014 18:16 Pubblicato in Blog

Quando, alla fine dello scorso, anno resi nota la mia decisione di abbracciare il progetto di governo e di partito di Matteo Renzi avevo in mente alcune cose, poche ma chiare, che ho espresso pubblicamente in più occasioni. Nessuno certo poteva immaginare un risultato di tale portata, nessuno poteva ipotizzare che Renzi, con il 40,8% dei consensi, diventasse l'indiscusso riferimento non solo italiano ma anche europeo della famiglia socialista e democratica, si poteva però immaginare un successo di Renzi per alcuni semplici motivi che provo a sintetizzare.

Sul comizio di Matteo Renzi a Palermo sono stati espressi parecchi e contrastanti giudizi, soprattutto ponendolo a confronto con quello di Beppe Grillo della settimana precedente. Solo Grillo, era il convincimento diffuso, può oggi riempire una piazza e nessuno comunque oserà provarci. Tale convincimento s'è rivelato falso.

Era il 21 novembre del 1982, data dell’incontro con i giovani a piazza Politeama a Palermo. Il luogo era stracolmo di giovani giunti da tutta la Sicilia e dalla Calabria. Io e una mia amica, Maria Chinnici oggi medico, eravamo stati incaricati dalla Consulta per l’Apostolato dei Laici – Settore Giovani, di rivolgere il saluto ufficiale a Giovanni Paolo II.

Il coraggio della verità

Giovedì 24 Aprile 2014 06:21 Pubblicato in Blog
La decisione di Matteo Renzi di togliere il segreto di Stato su tante pagine oscure della storia della nostra Repubblica ha una carica rivoluzionaria senza precedenti. Saranno “declassificati”, è il termine tecnico, numerosi atti relativi alle stragi che hanno insanguinato le strade e le piazze del nostro paese e seriamente minacciato, nel corso dei decenni, le fondamenta della stessa democrazia.

Il sogno di una Sicilia normale e il PD che vorrei...

Venerdì 11 Aprile 2014 06:20 Pubblicato in Blog
Qual è il più grande complimento che, secondo il pensiero prevalente, si può fare a un politico? Di essere furbo nel tutelare gli interessi personali e del proprio recinto, uno che sa organizzare il consenso, che riesce a fiutare dove spira il vento e a cambiare casacca al momento giusto.

La Sicilia in balìa del rimpasto...che non arriva mai

Giovedì 27 Marzo 2014 17:06 Pubblicato in Blog
Mentre a Roma Matteo Renzi, seppur tra ostruzionismi, diffidenze, trappole e tentativi di imboscate, cerca di correre veloce sulla strada delle riforme per cambiare finalmente l'Italia in Sicilia tutto sembra fermo, anzi, tutto sembra esaurirsi nell'estenuante tormentone del rimpasto nel governo regionale.

Perchè ho scelto il PD di Matteo Renzi

Lunedì 24 Marzo 2014 09:04 Pubblicato in Blog
Un momento veramente importante quello di sabato 22 marzo, al Centro culturale “Biotos” organizzato da Io Mi Arruolo. Tantissimi amici e un tema di grande drammatica attualità: il lavoro. Con me Pietro Busetta, economista, presidente della Fondazione Curella, e Davide Faraone, membro della segreteria nazionale del PD, uomo vicino al Presidente del Consiglio e segretario nazionale del Partito Democratico Matteo Renzi.

Se Matteo Renzi riuscirà ad essere davvero una novità, la novità, nell'ammuffita politica italiana e a fare, presto, alcune riforme essenziali che da tempo il Paese attende, non ce n'è più per nessuno e come uno tsunami spazzerà via il ciarpame accumulato nei palazzi del potere, non solo politico. Tutto può accadere, certo, anche che il giovane neo Presidente del Consiglio fallisca o che si riveli un bluff, ma fino ad allora possiamo affermare ciò che ancora qualcuno non ha capito o finge di non aver capito e cioè che Renzi, pur con alcuni limiti e contraddizioni, rappresenta una rottura, non patinata e ingannatrice come quella berlusconiana, con le logiche asfissianti delle segreterie e con i logori e logoranti riti dei partiti.

Matteo Renzi e gli ultimi avvenimenti. Ecco cosa ne penso...

Venerdì 14 Febbraio 2014 13:03 Pubblicato in Blog

Matteo Renzi l’acrobata, il temerario, l’arrampicatore, l’ambizioso. Sono tanti gli aggettivi che in queste ore sono stati affibbiati al giovane sindaco di Firenze che in un lampo è diventato non solo il leader del più importante partito del centrosinistra, ma il vero centro della politica italiana.

Pagina 1 di 20

In Sicilia al voto in primavera? Non ci …

Non ci credo alla fine anticipata della legislatura siciliana, seppure voluta e auspicata da Matteo Renzi in persona. Il presidente della Regione Rosario Crocetta è stato ripetutamente sfiduciato, in particolare...

Russo Pippo Be the first to comment! 12 Lug 2015 Hits:2896 Blog

Read more

Governo regionale, per il bene della Sic…

C'è un solo modo per il Pd siciliano, al punto in cui si è giunti, di uscire dalle sabbie mobili nelle quali sta per sprofondare insieme, cosa ben più grave,...

Russo Pippo Be the first to comment! 29 Giu 2015 Hits:3040 Blog

Read more

Messaggio ai politici siciliani: se si a…

Mentre rinnoviamo gli auguri più affettuosi al nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, non possiamo distogliere lo sguardo preoccupato dalle vicende siciliane, lui ci comprenderà. La drammatica condizione economica e...

Russo Pippo Be the first to comment! 04 Feb 2015 Hits:2819 Blog

Read more